L’importanza della meditazione: perché inserirla nella tua routine




Ti interessa la meditazione e ne vuoi scoprire i benefici? Oppure vorresti sperimentare una nuova pratica per il tuo benessere?

In questo articolo proverò a raccontarti alcuni benefici di una meditazione costante e perché è una pratica così diffusa che moltissime persone hanno deciso di seguire.

Ma prima di tutto, lascia che ti dia la mia interpretazione di meditazione…

 

La meditazione

Prima di iniziare ci tengo a precisare che non sono un esperto di meditazione e non mi ritengo tale, è una pratica che ho abbracciato da diverso tempo e quello che voglio fare è condividere con te la mia esperienza.

Magari sei giunto qui anche perché non hai un’idea molto chiara di cosa voglia davvero dire meditare, ma la cosa ti incuriosisce. Molto bene! Allora cominciamo dicendo che esistono diversi tipi di meditazione, statici e dinamici, ma tutti hanno un punto in comune: il qui ed ora.

La meditazione per me è un lasso di tempo in cui si dovrebbe lasciare tutti i pensieri da parte e concentrarsi su qualcosa di specifico, come ad esempio i rumori esterni, il respiro o le sensazioni delle diverse parti del corpo.

A me personalmente piace focalizzare il pensiero sulla respirazione e nell’ultimo periodo lo sto facendo per circa 8-10 minuti tutti i giorni.

Concentrarsi solo sui respiri per 10 minuti potrebbe rivelarsi più difficile del previsto le prime volte, visto che la mente tende a vagare e i minuti sembrano non passare, ma chi abbraccia questa abitudine percepisce dei miglioramenti a livello del proprio benessere.

Purtroppo, se cerchi il significato spirituale della pratica, io non sono in grado di dartelo, ho cominciato dopo aver scoperto i benefici che derivano da essa ma non ho mai approfondito la parte che dovrebbe connettere alla spiritualità.

 

 

I benefici della meditazione

Rimanere concentrato su una cosa APPARENTEMENTE noiosa come il respiro…ma che senso avrà?

Me lo sono chiesto anche io prima di iniziare, ti racconterò i benefici che io e tantissime altre persone abbiamo sentito aggiungendo questa pratica alla nostra quotidianità.

  1. Il primo motivo è che puoi goderti il momento, una volta padroneggiata questa tecnica potrai goderti un lasso di tempo solo per te, senza pensare alle pressioni, alle scadenze e allo stress. Forse all’inizio ti sembrerà una pratica noiosa, però presto diventerà un momento in cui liberare la mente, fondamentale quando devi pensare a mente lucida ed essere più efficace anche nel tuo operato.

 

  1. Un altro motivo è perché funziona come allenamento per la concentrazione. Se sei in grado di rimanere concentrato per 10 minuti sul tuo respiro non avrai problemi a non distrarti mentre studi o lavori. La tua soglia di attenzione aumenterà e questo non farà altro che incrementare la tua produttività, se per il tuo lavoro questo è importante, iniziare a meditare ti aiuterà anche per la tua carriera.

 

  1. Sempre legato all’aiuto che può darti nello studio o nel lavoro, è dimostrato come la meditazione migliori la memoria, lo dimostra uno studio congiunto dei ricercatori di Harvard e Yale che hanno dimostrato un aumento della materia grigia associato a questa pratica, nello specifico questo incremento riguardava le regioni dell’apprendimento e della memoria.

 

  1. Meditare è importante per la tua salute, in quanto è in grado di migliorare il tuo sistema immunitario. Sia riducendo il livello di cortisolo, ormone dello stress, sia aumentando il livello di anticorpi nell’organismo (rilevato in nel programma Mindfulness-Based Stress Reduction: MBSR).

 

  1. Ho lasciato come ultimo punto quello più personale: meditare è in grado di ridurre stress e ansia. Pensaci bene, riesci a stare concentrato per 10 minuti su una cosa come il respiro, da cui sarebbe molto facile distrarsi. Quando arriverà un pensiero negativo o una paura (nel caso dell’ansia), sarai pronto a escluderlo, a spostare il tuo flusso di pensieri da un’altra parte. Spingerai a fuori dalla tua testa quello che ti fa stare male e che ti agita riuscendo analizzare la situazione a mente lucida. Devo confessarti che su quest’ultimo punto la pratica non è infallibile, ma ti dirò di più nell’ultima parte.

 

 

Come meditare e la mia esperienza

Voglio darti qualche consiglio basato sulla mia esperienza personale, spero ti possa aiutare.

Se è la prima volta che ti approcci a questa pratica non forzarti di trascorrere 10 minuti filati a concentrarti, ti farebbe solo passare la voglia. Inizia, quando vorrai smettere pensa “solo un altro po’” e continua fino a quando non vorrai smettere di nuovo, la settimana dopo ditti “solo un altro po’” per due volte e vedrai che in breve ti sorprenderai di quanto il tempo inizi a passare in fretta.

Non serve molto per cominciare: un tappeto, abiti comodi e un po’ di silenzio. Siediti a gambe incrociate, socchiudi o chiudi gli occhi, tieni schiena e testa dritta e concentrati sul tuo respiro (o come dicevo prima sui rumori o le sensazioni del tuo corpo, sperimenta!).

Per liberarti dalle pressioni alcune pratiche consigliano immaginare di inalare aria bianca mentre ispiri con il naso e di liberarsi di aria nera quando invece espiri con la bocca.

Per mantenere la concentrazione prova a respirare “di pancia”, ovvero facendo gonfiare la zona addominale mentre inspiri (tutti possono farlo ma solo il 20% delle persone lo fa naturalmente), questo ti aiuterà a concentrarti sulla respirazione. Un obiettivo che puoi importi è quello di inspirare ed espirare 10 volte senza perdere la concentrazione (è più difficile di quello che sembra).

Io preferisco meditare di mattina, poco dopo essermi alzato, quando non ho iniziato a pensare alle cose che devo fare, non mi sono arrivate mail o messaggi che potrebbero distrarmi durante la pratica. La sera è un altro momento che ti consiglio.

Come ti dicevo, questa pratica può aiutarti nel combattere l’ansia ma non sempre basta come rimedio, i momenti peggiori non si possono gestire con molta facilità, i pensieri, le pressioni e la paura sembrano rincorrenti. Però può aiutarti comunque in queste circostanze, anche solo per distrarti e farti fare un passo verso lo stare meglio.

Capisci perché è una pratica che consiglio a tutti e come mai può guidarti al raggiungimento del tuo benessere. Ora non ti resta che cominciare e scoprire in quanti modi la meditazione ti può aiutare.

Prima di lasciarti, se vuoi approfondire, ti lascio con il video che mi ha spinto ad iniziare questa pratica: VIDEO

Non mi resta che darti appuntamento al prossimo articolo, se vuoi rimanere aggiornato su temi che riguardano il tuo benessere fisico iscriviti alla newsletter cliccando il pulsante qui sotto.

 





Torna al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Iscriviti alla newsletter

* Richiesto