Dormire correttamente, consigli pratici ed efficaci




Hai difficoltà a dormire? Sei già stanco prima che la giornata cominci?

In questo articolo troverai dei consigli su come dormire correttamente e quali sono i benefici nel farlo.

Scoprirai quali aspetti del tuo stile di vita possono condizionare il tuo sonno e come gestire una giornata dopo una notte difficile.

 

Perché è importante dormire correttamente

Dormire è uno degli aspetti in grado di condizionare maggiormente il tuo benessere, sia fisico che psicologico.

Una bella dormita è in grado di farti iniziare la mattina con il piede giusto, al contrario, una notte “movimentata” è in grado di rovinarti la giornata ancora prima che inizi.

Fammi cominciare dicendoti che le ore di sonno sono fondamentali per la nostra salute e nello specifico per quella del nostro sistema nervoso. Dormire è un processo vitale tanto quanto mangiare e bere e per questo va fatto con costanza e rispettando il minimo di ore raccomandate.

È importante anche per l’apparato locomotore (fa riposare i muscoli), per alcuni processi ormonali (produzione di GH, ormone della crescita) e per la memoria (si parla di una riorganizzazione dei ricordi durante il sonno).

 

 

Perché non dormo?

Capitano a tutti notti o periodi in cui si ha difficoltà a dormire, vediamo le possibili cause…

Parto parlando alle nostre lettrici, le donne, infatti, tendono ad avere più problemi legati al sonno, questi solo legati ai dolori mestruali, alla gravidanza e alla menopausa.

Altri fattori principali sono legati allo stato mentale, quindi ansia, stress e agitazione.

È inoltre un fenomeno diffuso fra i tossicodipendenti e gli alcolisti.

Sembra che molte cause riguardino la condizione mentale, ma come ti ho già spiegato in un altro articolo, quella a sua volta è legata al benessere fisico. Proprio per questo puoi agire anche sul tuo stile di vita preparando il tuo corpo a dormire meglio fin da subito.

 

Consigli per dormire meglio

La prima parte che andiamo a trattare è l’ambiente, saprai già, ma ci tengo a ricordartelo, che i rumori o le luci possono turbare il tuo stato quiete. Il materasso, il cuscino e il letto influisco molto su qualità del sonno, possono inoltre darti problemi alla schiena e al collo che possono affliggerti per tutta la giornata.

In base a come dormi, se tendi a muoverti molto o molto poco, ci sono materassi più o meno idonei, brevemente:

  • I memory foam vanno meglio se tendi a non muoverti durante il sonno;
  • I materassi a molle invece ti supportano meglio se ti muovi molto;
  • I materassi in lattice si adattano bene al corpo, possono essere un buon compromesso.

L’altro aspetto che andiamo a trattare, in grado di non farti dormire correttamente, è lo stile di vita, infatti, quello che fai durante la giornata influisce molto sulla qualità del tuo sonno, vediamo i punti principali.

Serve un po’ di equilibrio: se non hai un lavoro che ti impone dei turni cerca di rispettare certi orari per tutte le attività quotidiane. Permetterai al tuo cervello di pianificare tutte le attività fisiologiche, così, quando sarà il momento, esso saprà già che il momento di dormire si sta avvicinando e sarà pronto per farlo.

Prova con l’attività fisica: mi ritrovo sempre qui, a raccontarti i benefici dell’attività fisica. Infatti, è importantissima per dare equilibrio ad organismo e cervello, ti fa scaricare le tensioni e lo stress, poi, se ci pensi, è normale dormire con più facilità se il tuo corpo deve recuperare le energie. Piccola parentesi per gli sportivi, attenzione a non allenarti troppo, il sovrallenamento potrebbe essere una causa dell’insonnia.

Apparecchi elettronici: ah quando si leggeva un libro prima di dormire, confesso che sono il primo a faticare ad applicare questa pratica, però la tv, i videogiochi, il computer e lo smartphone stimolano il cervello e potrebbero darti difficoltà a dormire nell’ora dopo averli utilizzati.

Occhio alla cena: è un pasto delicato per chi ha difficoltà a dormire, ti consiglio di farla almeno tre ore prima di coricarti mangiando qualcosa di facile da digerire. Inoltre, visto che già di suo la digestione richiede energie, non coricarti subito dopo, ma stai in posizione eretta per facilitare questo processo.

L’ultima riflessione è legata al peso corporeo: in posizione supina, il grasso attorno alla gabbia toracica è come un peso o una cintura per i polmoni e ne limita la ventilazione. Questo effetto condiziona il sonno e in certi casi di obesità può portare ad apnee notturne.

 

Concludendo…

Prima di salutarti e darti appuntamento al prossimo articolo, ti lascio con un ultimo consiglio: so che ad inizio articolo ti ho detto che una notte difficile può condizionare il tuo umore e rovinarti l’intera giornata, ma solo se tu lo permetti.

Non dare a questo fatto tutto quel potere su di te, dormire poco capita a tutti, ti farà arrivare a fine giornata più stanco magari, ma non ha senso rimanere arrabbiato o nervoso tutto il giorno per questo. Prendila con “sportività” e non pensarci, la giornata è appena cominciata e forse ci saranno molte opportunità che potrai cogliere solo se il tuo umore non è nero.

Ho intenzione di scrivere un articolo in merito a come affrontare una giornata dopo aver dormito poco, quindi se ti interessa approfondire l’argomento non ti resta che seguirci ed iscriverti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Ora sai cosa può aiutarti a dormire correttamente, non ti resta che provare a seguire queste pratiche e iniziare le giornate con il piede giusto!

 





Torna al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Iscriviti alla newsletter

* Richiesto