Benessere fra corpo e mente




Vuoi approfondire il discorso del benessere e capire che legame c’è fra la sfera del corpo e quella della mente?

In questo articolo ti racconterò cosa vuol dire benessere per me analizzando queste due componenti e approfondendo come raggiungere quello fisico.

 

Corpo: il benessere fisico secondo me

Cos’è il benessere fisico? Te lo sei mai chiesto? È un concetto spesso un po’ troppo semplificato.

Infatti, credo che se avessi la possibilità di chiederlo a te, come ad altri lettori, forse mi diresti che è legato ad un buono stato di salute o magari a sentirsi pieni di energie e in entrambi i casi sarebbero risposte più che valide.

Io ci ho riflettuto a lungo e vorrei raccontarti cos’è per me, così, magari, puoi rifletterci anche tu e dare le tue l’interpretazioni e le tue sfumature.

Cos’è il benessere fisico se non quello stato in cui non ci si preoccupa di esso? Mi spiego meglio: come ho detto in altri articoli, il nostro corpo ci manda di continuo dei segnali su come sta, soprattutto se c’è qualcosa che non va. Quindi, qual è il segnale migliore che ci può dare? Il silenzio.

A questo punto ti verrà da pensare che ci sono dei momenti in cui il tuo corpo ti dice che è pieno di energie e che questo sia meglio del silenzio. Però questi sono appunto dei momenti, se la domanda fosse stata “quali sono le occasioni in cui stai meglio fisicamente?” allora la risposta sarebbe stata “quando sono pieno di energia”, ma in questo caso vorrei portare l’attenzione sul lungo periodo.

Perché i momenti di carica possono essere causati da molteplici fattori e tutti li possono percepire. Se ricerchi un benessere duraturo, in grado di agire positivamente sulla tua salute è quello a lungo termine che stai cercando.

Se volessi specificare ulteriormente potrei dirti che il tuo corpo sta bene quando non hai mal di schiena, male al collo o acciacchi, in modo da farti affrontare le giornate al meglio dal punto di vista fisico.

 

 

Mente: benessere psicologico

Non voglio addentrarmi troppo in quanto non è un campo di mia specifica competenza, ma dopo averci ragionato molto sono giunto all’ipotesi che questo, assieme al benessere fisico, sia una delle due grandi sfere che compongono il benessere e perché no, anche la felicità. E che essi siano legati indissolubilmente e influenzati da svariati sottogruppi.

Una frase che mi torna in mente di continuo mentre scrivo queste righe è una definizione di felicità per me molto importante:

“la felicità è quello stato d’animo in cui non vorresti essere in nessun altro stato d’animo”.

Bellissima no? Da quando l’ho sentita mi ha portato a fare tantissime riflessioni e con questo articolo spero di riuscire a darti un po’ lo stesso spunto.

Tornando a noi, io tenderei a dare al benessere psicologico una definizione simile a quella che ho dato al benessere fisico. Solo che, mentre posso fornirti molti strumenti per curare il secondo, non mi sento ancora di darti troppe indicazioni per questo. Magari in futuro avrò l’opportunità di confrontarmi o addirittura intervistare qualcuno più preparato sull’argomento e te ne parlerò molto volentieri.

 

Legame benessere fisico e psicologico

Qualche riga più in su ho scritto che le due sfere principali che compongono in benessere, il corpo e la mente, sono legate fra di loro e adesso, addentrandomi in qualche tecnicismo, ti spiegherò come.

Forse ti sarà già capitato di sentir parlare di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal nostro cervello che sono in grado di renderci più felici, di ridurre lo stress e l’ansia. La sintesi di quest’ultime aumenta in risposta all’attività fisica fino al 500%. Eh sì, ha sorpreso anche me la prima volta, quindi quella sensazione di euforia e di soddisfazione che si percepisce alla fine dell’attività fisica è generata, in parte, da queste sostanze.

Se costante, l’attività fisica è molto utile per combattere ansia, stress, nervoso e altri stati d’animo poco piacevoli permettendo di scaricare le tensioni accumulate. Anche per questo tutti i medici raccomandano, anzi prescrivono, l’attività fisica, anche lieve, perché oltre ad essere fondamentale per la tua salute è un valido alleato per affrontare al meglio le tue giornate.

È una sensazione che sicuramente hai già provato, a me viene in mente quando l’anno scorso: mi svegliavo tutte le mattine abbastanza presto e con le cuffiette facevo una passeggiata, soprattutto verso ottobre, con i colori suggestivi del paesaggio, una canzone capace di dare la giusta carica e le strade vuote, mi facevano iniziare la giornata come nessuna lunga dormita è in grado di fare. Questi aspetti facevano solamente da contorno all’attività fisica che rimane il punto fondamentale per il raggiungimento del benessere.

Da un punto di vista inverso, invece, attraversare un momento mentalmente difficile è in grado di toglierci energie e bloccarci. Lo stress può portare a tantissime forme di malessere fisico, fra le più diffuse il mal di schiena e il male alla testa (il secondo posso confermarlo personalmente).

Per questo è FONDAMENTALE aver cura di queste due componenti. Qualunque sia il tuo obiettivo, ovunque tu voglia arrivare, il benessere del corpo e della mente sono due fattori che non puoi trascurare.

Ammetto che ho trovato questo argomento travolgente e spero di essere riuscito a trasmetterti un po’ della mia eccitazione nello scriverlo. In questo articolo è racchiuso uno dei motivi che mi hanno spinto a iniziare questo progetto. Provare a dare alle persone gli strumenti che le liberino dai dolori tipici dello stile di vita è il primo passo per condurli al loro benessere.

Io e il resto del team davvero curiosi di sapere come la pensi e vorrei che ce lo raccontassi mandandoci un messaggio, puoi farlo nella parte in fondo della nostra landing page e sui nostri canali social, ti aspetto!

P.S. Per articoli relativi al benessere sul posto di lavoro abbiamo una rubrica specifica, puoi trovarli qui!

 





Torna al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Iscriviti alla newsletter

* Richiesto